Comune di PALENA:

CONSIDERATO che sono in corso di esecuzione i lavori di: “Mitigazione rischio idrogeologico
Strada Provinciale – Aia Falchetta” affidati alla Ditta Facciolini S.R.L. con sede a Montesilvano (PE)
con determinazione del Responsabile del Settore LL.PP. n. 193/2022;
VISTA la nota a firma della ditta esecutrice Facciolini S.R.L. assunta al prot. 723 del 16.01.2024 con
la quale richiede l’emissione di ordinanza di chiusura di un tratto di strada denominato Via Aia
Falchetta in prossimità del cantiere dal 18/01/2024 al 19/02/2024 per permettere la regolare
esecuzione dei lavori;
RISCONTRATO che per l’esecuzione degli interventi è necessario disporre la chiusura del tratto di
strada dal 18/01/2024 al 19/02/2024;
ACCERTATA la necessità di salvaguardare la pubblica incolumità disciplinando la circolazione
stradale sul tratto di strada come sopra indicato;
SENTITO il parere dell’Ufficio di Polizia Locale;
VISTO il Nuovo Codice della Strada emanato con decreto legislativo 30/4/1992, n. 285 e
successive modificazioni;
VISTO l’art. 50 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
ORDINA la chiusura del tratto di strada denominata Via Aia Falchetta, zona interessata dai lavori in
argomento e delimitata da apposita segnaletica stradale, nel periodo dal 18/01/2024 fino al
19/02/2024.

DISPONE

  • che la Ditta esecutrice dei lavori, nelle ore di effettiva esecuzione degli interventi, provveda
    all’apposizione di idonea segnaletica stradale da rimuovere a chiusura cantiere;
  • la trasmissione, per opportuna conoscenza e per quanto di competenza a: Prefettura di Chieti,
    Provincia di Chieti, Gestori dei pubblici servizi di trasporto, Comando Stazione Carabinieri di
    Palena e Ufficio di Polizia Locale;
  • la pubblicazione all’Albo Pretorio on-line sul sito istituzionale del Comune nonché nei consueti
    modi di diffusione;
    INFORMA
    che contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso al T.A.R. entro 60 giorni dalla
    notifica o comunque dalla piena conoscenza dello stesso, ai sensi della L. 06/12/1971, n. 1034,
    oppure in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro il termine di
    120 giorni dalla notifica o dalla piena conoscenza del provvedimento medesimo, ai sensi del D.P.R.
    24/11/1971, n. 1199.